iTEC2 - Tipologie di abitazione: dal virtuale al reale e ritorno

1° GIORNO (Venerdì 30 Marzo)

FORMING TEAMS

Che cosa si fa

Activity 1: Forming teamsInnanzitutto si creeranno dei gruppi eterogenei facendo ricorso a teamup.aalto.fi. Va detto che nella classe individuata per iTec ci sono 16 fra netbook e notebook acquistati dai genitori per le attività didattiche, per cui fra i criteri da utilizzare per la formazione dei gruppi ci sarà quello della disponibilità del computer. Propongo ai ragazzi la tematica individuata, che si concilia con la programmazione curricolare e permette agli alunni di effettuare un’attività di ricerca attiva. Si informano i ragazzi che ogni gruppo lavorerà su due fronti: tratterà l’argomento in generale (con un questionario da cui si ricaveranno poi dei grafici) e approfondirà un aspetto particolare realizzando il plastico e l’analisi di una determinata tipologia abitativa (una per gruppo). Parte un brainstorming per raccogliere le idee che verranno prima fissate su post-it virtuali su www.edistorm.com, poi organizzate in una mappa mentale on-line su www.mindomo.com che fornisce una visione sinottica e conduce mediante link a una mappa mentale per ogni gruppo.

Con quali strumenti

TeamUp

Edistorm

Mindomo

Documentazione nel blog

I Gruppi

LEARNING ORIENTED BROWSING

Che cosa si fa

Activity 3: Learning oriented browsingAgli alunni si porrà una domanda: “Quali elementi servono per predisporre il questionario sulle tipologie abitative?”. Infatti nel questionario occorre inserire le opzioni e per farlo bisogna proporre innanzitutto un ventaglio di tipologie di abitazione. Si invitano quindi i ragazzi a effettuare nel web una ricerca mirata all’individuazione delle tipologie di abitazione (condominio, villetta a schiera, bifamiliare, casa tradizionale etc.). I ragazzi reperiscono, condividono e indicizzano su www.delicious.com i materiali relativi alla tematica scelta.

Con quali strumenti

Google

Wikimedia Commons

Delicious

Diigo

ThinkBinder

Storify

Documentazione nel blog

Mappa di brainstorning

REFLECTION

Che cosa si fa

Activity 4: ReflectionI gruppi ragionano sull’affidabilità dei siti reperiti e iniziano a consultarli per identificare le diverse tipologie abitative presenti in Italia ed eventuali varianti locali come la casa campidanese I gruppi inoltre riflettono sui risultati e definiscono meglio la tematica da analizzare, in modo che ciascun gruppo sappia anche quale tipologia abitativa verrà analizzata in modo più approfondito.

Con quali strumenti

TeamUp

RecandShare

VoiceThread

AudioBoo

Blogger

Documentazione nel blog

Mappa di brainstorning

AD HOC COLLABO-RATION

Che cosa si fa

Activity 2: Ad hoc collaborationA questo punto i distinti gruppi socializzano nello spazio a ciò preposto la tematica sulla quale intendono effettuare l’attività di ricerca e le proprie intenzioni operative, in modo da trovare collaboratori di altre scuole, i quali potranno semplicemente rispondere al questionario (fornendo dati preziosi che permetterebbero un confronto fra regioni differenti) oppure essere presenti in modo più consistente.

Con quali strumenti

TeamUp

Documentazione nel blog

Le richieste di collaborazione

2° GIORNO (Martedì 3 Aprile)

LEARNING ORIENTED BROWSING

Che cosa si fa

Activity 3: Learning oriented browsingI gruppi, man mano che si sviluppano i lavori, consultano le fonti in maniera più approfondita anche in vista della realizzazione del plastico, uno dei prodotti previsti.

Con quali strumenti

Google

Wikimedia Commons

Delicious

Diigo

ThinkBinder

Storify

Documentazione nel blog

Mappa di brainstorning

PREPARE RESULTS

Che cosa si fa

Activity 7: Prepare resultsI diversi gruppi redigono su OpenOffice il questionario: si avrà quindi un questionario per ogni gruppo, cosa che fornirà l’occasione per un confronto sull’efficacia delle domande e sulla valenza dei risultati. Suddetto questionario sarà marcatamente diviso in due parti (in modo da poter essere poi ritagliato): • una parte generale semplice e breve - di circa 5 domande - relativo alle tipologie di abitazione , da cui scaturirà poi la rappresentazione visiva dei dati.• una parte in cui si chiede al compilante di esplicitare un punto di forza e un punto di debolezza relativamente al tipo di abitazione in cui vive.

Con quali strumenti

OpenOffice

Documentazione nel blog

Questionari provvisori

INFORMA-TION GROUPING

Che cosa si fa

Activity 6: Information groupingOgni gruppo presenta e illustra alla classe (tramite la LIM) e all’esterno il proprio questionario in fieri.Allo stesso tempo i gruppi illustrano verso l’esterno lo stato dei lavori sia aggiungendo etichette multimediali nella mappa mentale collaborativa su Mindomo, sia scrivendo post nel blog itecsestu.blogspot.it (creato appositamente e per ora visibile soltanto a me).

Con quali strumenti

Mindomo

Blogger

Documentazione nel blog

Richieste di collaborazione nel blog nazionale

PEER FEEDBACK

Che cosa si fa

Activity 5: Peer feedbackMan mano che i gruppi socializzano lo stato dell’arte (anche sulle Flash notes di Teamup), i membri degli altri gruppi scrivono sulla mappa mentale e nel blog commenti con critiche costruttive, suggerimenti e apprezzamenti incoraggianti riguardo al questionario redatto.

Con quali strumenti

TeamUp

Documentazione nel blog

Blog nazionale

Tag "Sestu" nel blog nazionale

3° GIORNO (Venerdì 13 Aprile)

REFLECTION

Che cosa si fa

Activity 4: ReflectionAlla luce dei commenti ricevuti, i ragazzi ragionano su eventuali carenze e incongruenze del questionario realizzato e del lavoro fino a quel momento realizzato e condiviso.

Con quali strumenti

TeamUp

Documentazione nel blog

Commenti nel blog

PREPARE RESULTS

Che cosa si fa

Activity 7: Prepare resultsSempre alla luce dei confronti e dei feedback ottenuti, ogni gruppo rifinisce e ultima il proprio questionario, che nei giorni successivi verrà somministrato a un campionario di persone: compagni di classe, studenti di altre classi, genitori.

Con quali strumenti

Animoto

Photostory

Vimeo

Documentazione nel blog

Questionari definitivi

AD HOC COLLABO-RATION

Che cosa si fa

Activity 2: Ad hoc collaborationI diversi gruppi propongono (via e-mail o tramite Google docs) i questionari a ragazzi delle altre scuole coinvolte (oltre che a esterni).

Con quali strumenti

Facebook

Twitter

Gooogle docs

Documentazione nel blog

Blog nazionale

Tag "Sestu" nel blog nazionale

4° GIORNO (Venerdì 20Aprile)

PEER FEEDBACK

Che cosa si fa

Activity 5: Peer feedbackI diversi gruppi scriveranno dei commenti di feedback reciproco: per esempio possono notare che la scelta di un determinato grafico è sbagliata. Di conseguenza, dopo un’ulteriore fase di riflessione (Activity 4: Reflection), i gruppi ridefiniranno i grafici.

Con quali strumenti

TeamUp

Documentazione nel blog

Tag "Sestu" nel blog nazionale

PREPARE RESULTS

Che cosa si fa

Activity 7: Prepare resultsI ragazzi hanno acquisito i dati mediante la restituzione del questionario.I distinti gruppi smistano le risposte dei questionari, tenendo per sé la prima parte (quella generale) e dando ai gruppi competenti la seconda parte, quella relativa a punti di forza e di debolezza di una determinata tipologia di abitazione (sulla quale si lavorerà in seguito). Quindi i diversi gruppi elaborano i dati acquisiti mediante il questionario, individuando per ogni tipologia di dati il grafico più adatto (istogramma, a torta etc.), attività che si basa su competenze già acquisite dalla classe all’inizio dell’anno scolastico.Per la realizzazione dei grafici si utilizzano o le apposite funzioni di OpenOffice o particolari webware (come www.gliffy.com, piecolor.com o www.chartle.net).

Con quali strumenti

OpenOffice

Documentazione nel blog

Foto di presentazione

Slideshow di presentazione

Tag "Sestu" nel blog nazionale

INFORMA-TION GROUPING

Che cosa si fa

Activity 6: Information groupingOgni gruppo condivide i risultati sia scrivendo un post nel blog con i grafici in allegato, sia inserendo nuove etichette multimediali nella mappa mentale collaborativa su www.mindomo.com (di cui sarà stato fatto l’embed nel blog per raccordare i diversi asset).

Con quali strumenti

Mindomo

Documentazione nel blog

Tag "Sestu" nel blog nazionale

Punto della situazione

7° GIORNO (Venerdì 18/23 Maggio)

REFLECTION

PREPARE RESULTS

Che cosa si fa

Activity 7: Prepare resultsNell’ultimo passo si documenta tutto il percorso effettuato (dalle attività di ricerca a quelle manuali) mediante una slide show su animoto.com in cui, nella modalità del digital storytelling, confluiranno immagini relative ai momenti del loro lavoro e videate dei diversi asset (immagini, mappe mentali, plastici etc.) corredati da didascalie esplicative.

Con quali strumenti

Animoto

Documentazione nel blog

6° GIORNO (Venerdì 11 Maggio)

PREPARE RESULTS

Che cosa si fa

Activity 7: Prepare resultsI ragazzi intanto hanno lavorato in gruppo ai plastici a casa (un’attività a cui sono abituati e che caldeggiano anche per iTEC), a questo punto porteranno in classe i manufatti che verranno fotografati: le immagini arricchiranno la mappa mentale multimediale su Mindomo che verrà impostata affinché venga fruita in modalità presentazione (quasi come Prezi).

Con quali strumenti

Mindomo

Documentazione nel blog

PEER FEEDBACK

Che cosa si fa

Seguirà un ulteriore momento di Activity 5: Peer feedback.

Con quali strumenti

TeamUp

Documentazione nel blog

Tag "Sestu" nel blog nazionale

INFORMA-TION GROUPING

5° GIORNO (Venerdì 4 Maggio)

PREPARE RESULTS

Che cosa si fa

Activity 7: Prepare resultsA questo punto I ragazzi si dedicano alla seconda parte del questionario, analizzando le risposte aperte relative a punti di forza e punti di debolezza della tipologia abitativa considerata.

Con quali strumenti

Documentazione nel blog

Tag "Sestu" nel blog nazionale

INFORMA-TION GROUPING

Che cosa si fa

Activity 6: Information groupingOgni gruppo condivide il frutto dell’analisi di punti di forza e di debolezza della tipologia di abitazione considerata: lo farà implementando la propria mappa mentale collaborativa su Mindomo.

Con quali strumenti

Mindomo

Documentazione nel blog

Punto della situazione

Tag "Sestu" nel blog nazionale

PEER FEEDBACK

Che cosa si fa

Activity 5: Peer feedbackI diversi gruppi scriveranno dei commenti di feedback sulla verosimiglianza dei punti di debolezza e di forza individuati, riferendosi alla propria esperienza personale.

Con quali strumenti

TeamUp

Documentazione nel blog

Tag "Sestu" nel blog nazionale

Hai finito la tua presentazione
Riavvia
it